Google Stadia: Futuro Del Gaming o Clamoroso Flop?

Stadia: una possibile concorrente per le console Next Gen.

by Nicholas Ricci Date: 19-08-2019 google google stadia nextgen netflix console streaming


Stadia: possibile concorrente per le console Next Gen?

Se siete qui, sicuramente già saprete grossomodo cos'è Google Stadia. Il prossimo servizio streaming di gaming potrebbe certamente concorrere contro le console Next Gen, ma i gamers sono pronti per questa novità? L'equilibrio tra scetticismo ed entusiasmo era piuttosto bilanciato all'inizio, ciononostante, col passare del tempo l'ago della bilancia pare tendere verso la promozione. Tutto ciò avrà successo? Molta gente illustre del mondo videoludico si è espressa, dando le proprie benedizioni... (uno su tutti, Hideo Kojima); che sia semplice pubblicità o un augurio sincero, sta comunque influenzando un buon numero di gamers. Ma come funziona? Sarà accessibile a tutti?

Cos'è Google Stadia precisamente? Come funziona?

Secondo molti, sarà una specie di Netflix dei videogiochi,tuttavia, gli autori hanno negato ciò. Su Reddit infatti, Andrey Doronichev (direttore del prodotto per Stadia) ha affermato che il servizio si avvicina di più a ciò che offrono Playstation Plus e Xbox Live Gold. Si pensa però che sia più preciso dire che sarà un incontro tra i quattro servizi offerti da Sony e Microsoft per le loro console:

  • Playstation Plus ed Xbox Live Gold offrono sconti esclusivi e nuovi giochi gratis ogni mese, così come l'abbonamento Pro a Stadia vuole implementare;
  • Gli altri due servizi sono Playstation Now ed Xbox Game Pass, che per l'appunto riprendono il concetto di Stadia offrendo un servizio in streaming di vari giochi grazie ad un servizio Cloud. 

Google Stadia è dunque un servizio streaming trasmesso da dei computer massicci messi a disposizione:avranno infatti una potenza di 10.7 Teraflops contro i 4.2 di Playstation Pro ed i 6.0 di Xbox One X. Quindi, i due sommati non arrivano alla potenziale prestazione di Stadia. Ciò nonostante c'è da dire che le due hanno fatto il debutto nel 2016 e nel 2017, e si sa quanto la tecnologia avanzi di anno in anno, soprattutto in questi tempi. Quindi con le dovute proporzioni, si può dire che non è nettamente sopra le due, ma leggermente. Da valutare poi la sempre più vicina Next-gen...

Google Stadia sarà accessibile a tutti?

A detta di Google si, a meno che non viviate ancora nel 2010 o in qualche grotta sperduta sui monti. Infatti, i parametri minimi raccomandati per permettersi Stadia saranno 10 Mbps, una richiesta davvero bassa che permetterà di accedere ai contenuti ad una risoluzione inferiore ovvero a 720p e con un audio Stereo . Se invece puntate più in alto, dovrete avere una connessione intorno ai 20 Mbps, con cui sarà a disposizione una risoluzione di 1080p ed un audio Surround 5.1. Se tuttavia non vi basta e volete il massimo, la connessione dovrà aggirarsi sui 35 Mbps: si avrà dunque una risoluzione 4K ed un audio Surround 5.1. Tutti e tre i casi hanno in comune una cosa, ovvero potranno girar sui 60 fps.

Google non resta però con le mani in mano e già pensa al futuro: verrà garantita, dopo abbastanza tempo dal lancio della piattaforma, l'arrivo della risoluzione 8K. Tuttavia non si hanno specifiche sui requisiti minimi per questo prossimo power-up. 

Ci saranno abbonamenti particolari? Da dove si può giocare?

Ovviamente. Non manca di certo un pacchetto iniziale seguito da un abbonamento: si può già preordinare uno Stadia Founders Edition a 129 euro che include un esclusivo Joystick blu notte, una Chromecast Ultra e 3 mesi gratis di Stadia Pro, che garantirà il massimo delle prestazioni (connessione permettendo), oltre a giochi gratis regolarmente pubblicati (si pensa ogni mese) ed accesso a vari sconti dal catalogo. Ma perchè parlo di Stadia Pro? Quei furbacchioni di Google hanno ben pensato di fare due sottoscrizioni, una gratis, chiamata Stadia Base ed in arrivo nel 2020 (limitata ai 1080p, audio Stereo e senza giochi gratis o sconti) e l'abbonamento Pro, già sopracitato.

Una cosa davvero interessante sono i dispositivi dal quale si può usufruire di Stadia: praticamente tutto o quasi. Si potrà infatti accedere da Chromecast Ultra, tablet, desktop, notebook e da cellulare, anche se limitato ai soli Pixel (per ora). Una versatilità degna di Nintendo Switch da cui probabilmente prende spunto. I comandi verranno trasmessi tramite l'apposito Stadia controller venduto da Google o altri compatibili... tuttavia è raccomandato il primo, che è ottimizzato per avere una latenza minima.

Dunque: sarà potente, sarà accessibile, sarà versatile ma...

Che giochi ci saranno?

Per essere l'esordio, tanti. Per primo Destiny 2 con relative espansioni, che sarà gratis all'uscita per chi prende il Founders Edition (o il solo abbonamento). Altri ottimi titoli disponibili saranno Assassins Creed Odyssey, Doom Eternal,Metro Exodus, Borderlands 3, TES Online, Marvel’s Avengers, e l'atteso Baldur's Gate III. Senza elencarli tutti, si può tranquillamente affermare che per il lancio, Google Stadia avrà un catalogo di tutto rispetto, che si amplierà nel corso del tempo. E' stato affermato che ci sono oltri 100 studi che stanno sviluppando titoli per la piattaforma, senza contare il nuovo team interno Stadia Games and Entertainment, che oltre a sviluppare esclusive aiuterà anche studi di terze parti a portare progetti su Stadia.

Dunque, siete ancora scettici o vi ho convinti? Senza dubbio è un progetto interessante con molte speranze future. E chissà che non surclasserà le console...

 
by Nicholas Ricci Date: 19-08-2019 google google stadia nextgen netflix console streaming visite : 1672  
 
 
 
 

Articoli correlati