Build Conference 2013, Microsoft Scommette Su Cloud E Apps



Domani aprirà i battenti la Build conference a San Francisco, evento durante il quale Microsoft rilascerà l'anteprima pubblica di Windows 8.1.

Nonostante, la tiepida accoglienza ed il calo del 14% del mercato Pc, Microsoft è riuscita a vendere circa 4 milioni di copie nei primi quattro giorni ed ha già superato le 100 milioni di copie, numeri da non sottovalutare per un mercato maturo.

Ma con Windows 8.1, Microsoft vuole puntare piú in alto, apportando le modifiche richieste dagli utenti per ridurre la complessità di un sistema operativo re-immaginato e re-ingegnerizzato.

I clienti più fedeli avevano richiesto di introdurre la possibilitá di lanciare l’OS direttamente ad un’interfaccia desktop familiare ed avere facile accesso al menu Start. La gran parte degli utenti era rimasta disorientata dall’interfaccia basata sul touch e sulle “mattonelle” flat stile metro.

Microsoft, con Windows 8.1, introduce lo Start tip, una sorta di bottone simil Start attraverso il quale poter lanciare lo Start Menu: cliccando su Start tip, infatti, gli utenti possono scegliere in quale modalità – desktop o tile – entrare.

Le modifiche apportate a Windows 8 saranno fedeli a telemetry (i dati raccolti da Microsoft) e feedback, per venire incontro alle reali esigenze degli utenti.

Con lo scopo di conquistare più utenti, Microsoft mostrerà come i suoi prodotti funzionano bene insieme, compresi Windows Phone  e Xbox. Anche il servizio storage SkyDrive sarà integrato più profondamente nell’OS, per consentire agli utenti di salvare file direttamente sul Web. Con Windows 8.1, arriverà anche Internet Explorer 11.

A Build Conference si parlerà anche di cloud computing: il servizio cloud offrirà il database di Oracle e i Java tool come opzione per attrarre le aziende che stanno spostando il loro software on the cloud.

Coloro che usano Windows Azure, potranno far girare il software database di Oracle, application-connecting middleware e gli strumenti di programmazione Java.

L’alleanza è stata annunciata dallo stessoSteve Ballmer, Ceo di Microsoft, e dal co-presidente di Oracle (ex Ceo di Hp), Mark Hurd.

Una vera e propria alleanza anti Google, Amazon e Salesforce.com con la quale Microsoft cerca di aumentare i profitti dai servizi online ed  Oracle si sposta verso le sottoscrizioni online. La collaborazone avrà come effetto maggiore compatibilità fra i prodotti Microsoft ed Oracle, anche se il database 12c compete con Microsoft SQL Server.

Secondo IDC, Oracle controlla il 45% del mercato database, mentre Microsoft detiene il 20% e IBM il 18%. Gartner stima che le vendite del mercato cloud saliranno del 38% annualmente a quota 30.6 miliardi di dollari entro il 2017, dai 6.17 miliardi di dollari del 2012.

Ultima novitá: Microsoft rilascerà il suo popolare gioco di strategia “Age of Empires” su iPhone, per non perdere il treno del Mobile, sebbene il gaming videogame sia dipendente da Xbox. La KLab svilupperà una versione mobile di  “Age of Empires” per iPhone ed Android, in download a fine marzo 2014.

 

 
by admin Date: 25-06-2013 buildconference cloud Microsoft oracle windows8.1 windowsazure visite : 1777  
 
 
 
 

Articoli correlati