I Computer Quantici : Cosa Sono E Cosa Possono Fare.

by pasqualetrinchella Date: 18-07-2019 computer quantic computation qubit ai artificial intelligence entanglement


Proprietà dei computer quantici

La tecnologia avanza inesorabilmente e periodicamente arriva l'invenzione o l'idea che stravolge e trasforma il nostro modo di vivere. I computer quantici (o quantistici) possono potenzialmente rappresentare un enorme miglioramento ai nostri hardware "tradizionali" e fornire una potenza di calcolo finora impensabile in base all'attuale tecnologia impiegata. Stiamo inevitabilmente arrivando di fronte a una barriera fisica,i transistor più avanzati sono arrivati alla dimensione di 7 nanometri e cominciano a non funzionare affidabilmente.

È qui che entra in campo l'idea di computer quantico. Il più grande vantaggio di questa tipologia di computer è la capacità di assumere una superposizione. Se i bits tradizionali posso assumere un valore binario tra 0 e 1, un qubits (quantum-bit) può rappresentare un valore tra 0 e 1 contemporaneamente. Solo 20 qubits raggiungono più di un milione di configurazioni possibili, 200 qubits potrebbero contenere più numeri simultaneamente della quantità di atomi nel nostro universo.

qbit representation
Rappresentazione grafica di un cubo a forma di sfera Bloch fonte:wikipedia

Un'altra proprietà unica dei qubits è l'entanglement. Quando due particelle quantiche interagiscono tra loro diventano entangled e assumono uno status quantico interdipendente. Questo significa che si crea una correlazione tra le due particelle. Se la particella A assume una posizione determinata, a tale posizione la particella B risponderà con un'altra posizione fissa in base al loro entanglement.

 

I limiti odierni

Un computer quantico è uno strumento incredibilmente sofisticato e per funzionare ha bisogno di incontrare condizioni specifiche molto rigide. I qubits hanno bisogno di una temperatura prossima allo zero assoluto per poter funzionare senza andare incontro ad errori, un impianto di refrigerazione costruito dalla IBM ad esempio ha più di 2000 componenti.
Un altro elemento fondamentale è l'assenza totale di radiazioni esterne per preservare l'ambiente quantico. Al momento la sfida più ardua che ingegneri e scienziati stanno affrontando è proprio quella di preservare questo ambiente quantico tanto fragile quanto potente. I migliori tentativi riescono a mantenere questo ambiente solo per piccole frazioni di secondo.

Per costruire un computer quantico il metodo più utilizzato è quello a superconduzione metallica. Sono utilizzati, in presenza dei requisiti descritti, degli anelli nanometrici che contengono al loro interno elettroni in stato quantico che scorrono in modo orario e antiorario. Il senso di rotazione è quello che da il valore di 0 e 1, dando forma al qubit in superposizione. È questa la base con cui funzionano i computer quantici di IBM e Google. Questi computer sono al momento utilizzati principalmente per la rilevazione di errori nei sistemi di comunicazione e hanno molta strada da percorrere prima che possano essere utilizzati per funzioni più ambiziose. 

Potenzialità e investimenti

Le potenzialità di questa nascente tecnologia si vedono in modo più netto nei campi che richiedono la risoluzione di problemi con una quasi infinita possibilità di soluzioni. Alcuni esempi possono essere i sistemi di modellazione di composti organici, l'andamento del meteo e il surriscaldamento globale stesso, ma anche il miglioramento dell'intelligenza artificiale, lo studio della genetica e il cervello umano. Anche il mondo della criptografia e della sicurezza network potrebbero essere rivoluzionati grazie al nuovo livello di capacità di calcolo e renderebbe obsoleti i sistemi di sicurezza odierni.

I più grandi investimenti in prospettiva futura vengono dalla Cina che ha un progetto nella città di Hefei per costruire il National Laboratory for Quantum Information Sciences, il quale gode di un budget di 10 miliardi. Anche gli Stati Uniti e l'Europa avanzano nella ricerca e spesso collaborano come nel caso della IBM che ha diversi team di ricerca a Zurigo, mentre Microsoft collabora con l'università di Delft in Olanda. Ci sono inoltre innumerevoli centri di ricerca universitari finanziati da investitori privati.

La strada verso l'approdo commerciale dei computer quantici però è ancora lunga e ad oggi non possiamo affermare con certezza che tali tecnologie diventeranno di uso comune. L'ipotesi più probabile è che questa tipologia di computer verrà utilizzata da grandi aziende, centri scientifici e militari e non approderà mai nelle case delle persone comuni. D'altronde un hardware del genere attualmente è più che sprecato per l'utilizzo quotidiano di un individuo comune, ma è altresì vero che le esigenze dell'uomo sono in costante mutamento ed evoluzione e solo il tempo potrà dirci l'effettiva diffusione dei computer quantici nel mondo.
 
by pasqualetrinchella Date: 18-07-2019 computer quantic computation qubit ai artificial intelligence entanglement visite : 713  
 
 
 
 

Articoli correlati

    Come esportare ed importare le password in Google Chrome

    Con l'aumentare del numero di siti web e servizi che utilizziamo, ricordare le password diventa un compito sempre più arduo, soprattutto se, come raccomandato, non usiamo password reiterate. Per risolvere…

    E-mail truffa : We Have Installed One RAT Software

    Gli attacchi di phishing, sono, nella loro forma più comune, delle email che cercano di convincere il destinatario a: condividere informazioni personali scaricare malware dannoso Una volta in possesso delle nostre credenziali, gli…

    Un microchip nel cervello? Per Elon Musk si può fare con Neuralink!

    Sembra l'incipit di una puntata di Black Mirror, eppure è tutto vero. Potremmo essere pronti a quella che potrebbe persino definirsi una vera e propria evoluzione della razza umana secondo…

    Ultimi cambi nell'algoritmo di Google #4

    Siamo arrivati al nostro ultimo post inerente ai cambi effettuati da papà Google negli ultimi anni. Concludiamo questa serie di post, con la promessa di aggiornarvi ogni qual volta Google introduca cambi…

    Ultimi cambi nell'algoritmo di Google #3

    Eccoci al terzo appuntamento dedicato allo studio dei cambiamenti che hanno rivoluzionato il mondo della ricerca online. Questo mese sono state affettuate alcune importanti modifiche. NOVITÀ 18 nov 2015 – Ottimizzazione per dispositivi mobili 2…

    Come attivare la nuova interfaccia di Google Plus manualmente

    Poche ore fa Google Plus ha presentato un nuovo design cui principali protagonisti saranno le Community, cosa renderà molto più facile per gli utenti inviare, ricercare, connettersi e altro ancora,…

    Ultimi cambi nell'algoritmo di Google #2

    La necessità per qualsiasi azienda di essere presente online è diventata sempre più pressante, con la conseguenza dell'incremento esponenziale della concorrenza e della competizione. Le potenzialità di ottenere un ROI…

    Ultimi cambi nell'algoritmo di Google #1

    NOVITÀ 26 oct 2015 – Google svela RankBrain 6 oct 2015 – Ritocco dell' algoritmo contro lo spam. 2 oct 2015 – Il lancio di Panda 29/v4.2 è molto vicino. 30 sep 2015 – Nuova spinta ai rankings grazie alle…

    10 URL che ogni utente di Google dovrebbe sapere

    Dove è possibile ottenere una lista degli annunci che avete cliccato su Google? Dove si deve andare se non si ricorda la password di amministratore? Come ha classificato i tuoi…

    16 siti per scaricare immagini vettoriali gratuite

    Le immagini vettoriali, sono fondamentali per chi si occupa di grafica e web design.   La caratteristica che contraddistingue un’immagine vettoriale, da una normale, come ad esempio una fotografia, è che…

    20 Cheat Sheets per sviluppatori web

    I cheat sheet sono una risorsa utilissima per gli sviluppatori poiché consentono di avere a portata di mano una lista completa di tutte o quasi tutte le funzioni e la…

    Nuovo look per Gmail: tutti i dettagli

    Google due giorni fa ha annunciato il redesign di Gmail volto a facilitare l'organizzazione del numero crescente di mail che quotidianamente riceviamo ed a fronteggiare nuovi servizi quali Mailbox. L’interfaccia a…