Come E Perché Cambiare I Dns

by Janeth Kent Date: 19-03-2020 dns vpn mac windows


Tutti noi utilizziamo DNS tutti i giorni anche se non ce ne rendiamo conto e anche abbastanza frequentemente. Ne volete sapere di più? Benissimo, andiamo con ordine. Di seguito troverete una spiegazione di che cosa sono i DNS, perché modificarli e soprattutto perché farlo!

Cosa sono i DNS

I DNS – o domain name server – sono i nomi che vengono assegnati ad ogni sito web, altrimenti ricnosciuto solo con una serie di numeri, l’indirizzo IP. Questa invenzione ha rivoluzionato il mondo di internet nel 1983, portando la rete ad essere quella che conosciamo oggi. Prima infatti ogni sito doveva essere cercato attraverso il proprio indirizzo IP, senza poter digitare un nome nella barra di ricerca. Insomma un DNS è un traduttore: da codice a lettere. Naturalmente questo meccanismo ha permesso la diffusione di internet e la proliferazione dei siti web.

Ogni dispositivo connesso in rete – computer, smartphone, console – possiede un indirizzo IP (il quale può essere modificato a sua volta) e dunque un DNS. Solitamente si tratta di quello preimpostato dal vostro provider di servizi, pubblico a tutti.

Infatti i DNS possono essere di vari tipi, pubblici o privati. I DNS pubblici sono quelli forniti dai provider di internet o da terze parti, mentre quelli privati sono creati appositamente per fornire anche più sicurezza all’utente, ed è il caso degli indirizzi IP utilizzati da una rete VPN. Che cos’è una VPN? È un sistema per cui quando ci connettiamo alla rete con il nostro dispositivo, non veniamo direttamente connessi al server di ciò che cerchiamo, ma la nostra linea viene filtrata da una postazione server diversa, rendendoci così irrintracciabili ed anonimi. Inoltre avremo anche la possibilità di evitare attacchi informatici e tentativi di phishing attraverso una crittografia avanzata ed aggirare la censura, cambiando l’indirizzo IP da cui ci connettiamo.

Come dice Harold Li di ExpressVPN, ‘una VPN è uno strumento cruciale per la sicurezza informatica e per la privacy. Aumenta l’anonimato online, protegge le attività dal monitoraggio di ISP e governi e difende i dati da attacchi hacker su reti pubbliche come i Wi-Fi.’.

Perché cambiare DNS

Come avrete già intuito, solitamente gli utenti del web utilizzano i DNS forniti dal loro internet provider. Ci sono però dei buoni motivi per cambiare i DNS utilizzati, vediamoli di seguito:

  • Per la privacy: i server DNS predefiniti inviano al proprio internet provider la lista completa dei siti web visitati. Dunque l’ISP ha la possibilità di analizzare dati sull’utente, mentre i DNS alternativi hanno regole sulla privacy molto più efficaci.
  • Censura: certo, qua in Europa non si pensa molto ai siti bloccati e censurati, ma sul web esistono ovunque. Le autorità possono richiedere agli ISP di usare i DNS per bloccare alcuni siti. Ecco perché utilizzando DNS alternativi si possono raggirare i blocchi internet.
  • Redirects: Purtroppo se gli ISP possono leggere i nostri dati, possono anche indirizzarci verso determinati siti (molto spesso pubblicitari) attraverso dei redirect di alcuni DNS.
  • Aumento della velocità e delle prestazioni: utilizzando lo stesso server DNS di molti altri utenti, questi si sovraccaricano e rallentano la connessione. Server DNS di Google o CloudFare non hanno questi problemi, aumentando così velocità e prestazioni.

Come cambiare i DNS

Convinti a cambiare DNS? Benissimo, non dovrete far altro che seguire i seguenti passaggi.

Iniziamo con il sistema operativo Windows:

  • Entrate nel pannello di controllo
  • Apri impostazioni rete e internet
  • Centro connessioni di rete e condivisioni
  • Selezionate la rete con cui siete connessi
  • Proprietà
  • Cercate l’Internet Protocol v4 nell’elenco che appare
  • Cliccate su proprietà
  • Al posto dei DNS predefiniti inserite quello scelto: Google Public 8.8.8.8, OpenDNS 208.67.222.222 o altri che vi segnaleremo in seguito

Per chi possiede un MAC, l’operazione è relativamente più semplice:

  • Impostazioni di rete
  • Impostazioni avanzate
  • Cliccate sulla linguetta DNS

Inserite ora il DNS che avete scelto di utilizzare.

E su smartphone? Ecco il processo per cambiare DNS su Android:

  • Impostazioni
  • Scegliete la rete a cui siete connessi
  • Vi si aprirà un menu con dettagli rete / impostazioni rete o dicitura simile
  • Cercate le impostazioni IP e la sigla DHCP
  • Aprite questa voce e cambiate l’impostazione su Statico
  • Inserite in DNS 1 “8.8.8.8” e in DNS 2 “8.8.4.4”
  • Salvate

Mentre su iOS, ancora una volta basterà entrare nelle impostazioni del Wi-Fi e trovare la voce DNS per cambiare con quelli scelti.

Quali DNS utilizzare

Come anticipato, esistono diversi DNS, alcuni pubblici e altri creati appositamente per garantire più sicurezza e prestazioni migliori agli utenti. Tra quelli consigliati ci sono:

DNS CloudFlare 

  • 1.1.1.1
  • 1.0.0.1

DNS Google

  • 8.8.8.8
  • 8.8.4.4

DNS OpenDNS

  • 208.67.222.222
  • 208.67.220.220

Come svuotare la cache DNS

Anche i DNS hanno una memoria e conservano dei dati di navigazione. Dunque, come per la cronologia di ricerca, ogni tanto è bene svuotare la cache dei DNS per evitare alcune problematiche:

  • Condivisione delle informazioni di navigazione
  • Evitare manipolazioni e spoofing dei dati
  • Errori tecnici dovuti a DNS record di IP vecchi

Come possiamo svuotare la cache DNS? Dipende dal sistema operativo che utilizziamo.

Su Windows dobbiamo attivare il prompt dei comandi. Seguite dunqeu questi passaggi:

  • Start > Esegui > cmd.exe 
  • ipconfig /flushdns (il comando per svuotare la cache DNS)

Se invece abbiamo un macOS i comandi per svuotare la cache variano in base alla versione.

In tutte le versioni dovete aprire l’app Terminale (Applicazioni > Utilità), dopodiché dovete scrivere:

Per Sierra:
sudo killall -HUP mDNSResponder
Per El Captain e Yosemite:
sudo dscacheutil -flushcache;
sudo killall -HUP mDNSResponder
Per le precedenti:
sudo discoveryutil mdnsflushcache
sudo discoveryutil udnsflushcaches

In questo modo tutti i record relativi ai DNS verranno eliminati ripristinando da capo le vostre informazioni di connessione.

Per attivare una navigazione online sicura, senza tracciamenti e soprattutto veloce, il modo più semplice e rapido è cambiare i DNS e riconnettersi alla propria rete domestica.

 
by Janeth Kent Date: 19-03-2020 dns vpn mac windows visite : 764  
 
Janeth Kent

Janeth Kent

Licenciada en Bellas Artes y programadora por pasión. Cuando tengo un rato retoco fotos, edito vídeos y diseño cosas. El resto del tiempo escribo en MA-NO WEB DESIGN END DEVELOPMENT.

 
 
 

Articoli correlati

Come abilitare DoH in Chrome, Firefox e Edge per evitare che il vostro Isp sappia quali siti visitate

Forse non avete ancora sentito parlare di DoH, il nuovo standard di sicurezza di Firefox, Chrome e altri browser che impedisce al vostro provider Internet di tracciare i siti che…

Come vedere i siti visitati durante la navigazione anonima e come eliminarli

Una delle caratteristiche della modalità anonima di qualsiasi browser è che non memorizza nello storico le pagine web visitate. Tuttavia, esiste un metodo per visualizzare gli ultimi siti a cui…

Russia si scollega da Internet come parte di un esperimento

In Russia stanno conducendo un esperimento pianificato in cui sarà necessario scollegare il paese da internet, secondo alcuni media (tra cui l'agenzia di stampa russa RosBiznesKonsalting). Vogliono raccogliere informazioni per apportare…

Google e il machine learning applicato al testo

Come ha piú volte sottolineato Eric Schmidt, presidente esecutivo di Google, il machine learning o apprendimento automatico, è una delle aree sulle quali si stanno maggiormente concentrando gli investimenti del colosso di…

Cambio di look per l'Apple Store e pagamenti con PayPal

Apple Store cambia look. Il negozio online di Apple si rinnova completamente e presentando sul mercato una novità per gli acquisti via web. Con il nuovo design dell’Apple Store, sempre pulito, lineare,…