Deep Web: 5 Fatti Di Cui Non si È a Conoscenza

by admin admin Date: 03-08-2019 darkweb deepweb


Il deep web è uno spazio Internet in cui sono ospitati i contenuti che non compaiono nei motori di ricerca convenzionali, a causa di vari fattori che non devono necessariamente essere relazionati con contenuti illegali. Tuttavia, esiste anche il "dark web", che è una piccola parte del "web profondo", i cui contenuti sono solitamente illegali. È fondamentale effettuare una distinzione tra di loro.

La parte di Internet che chiunque conosce e che è accessibile attraverso i motori di ricerca standard è chiamata 'clear web' o 'surface web'. Si tratta di siti web e servizi che tutti conosciamo, e che sono ala portata di tutti, come Facebook o Twitter.

Il web profondo è esattamente l'opposto. In esso troviamo contenuti "online" che non sono accessibili al pubblico. Questo termine è quasi sempre legato ad attività illegittime e alla disinformazione. Ma cos'è esattamente? In che misura si tratta di una leggenda urbana? Questi cinque fatti chiariscono alcuni miti sulla parte più sconosciuta di internet:

1. La stragrande maggioranza di Internet si trova nel "deep web"

Per deep web si intendono tutti i contenuti non indicizzati dai motori di ricerca come Google, Bing o Yahoo, cioè che non sono disponibili su pagine con risultati di ricerca. Anche se il contenuto è molto difficile da tracciare e non può essere registrato in modo accurato, si stima che il 96% di Internet si trova nel "web profondo". Il restante 4% corrisponde al "surface web" o "clearnet" e si riferisce alla parte di Internet indicizzata. In altre parole, la parte visibile a tutti gli utenti, come, ad esempio, le pagine trovate su Google e alle quali si accede direttamente.
 

2. Probabilmente avete navigato nel deep web senza saperlo

Molti siti legali a cui si accede quotidianamente non sono indicizzati e appartengono al "web profondo" come conti bancari, riviste accademiche, pagine contenenti informazioni sanitarie o file archiviati in Dropbox. Le ragioni per cui questi contenuti non sono indicizzati possono essere molto varie: per motivi di sicurezza, perché privati, perché bloccati o perché troppo vecchi, effimeri o irrilevanti.
 

3. Deep web e dark web sono due cose differenti

Non tutti i contenuti del deep web sono illegali. Infatti, ci sono alcune pagine con contenuti costruttivi come DuckDuckGo (un motore di ricerca per siti web convenzionali e link esclusivi per il deep web). Il 'dark web', invece, è una piccola parte (pari allo 0,01%) del 'deep web'. Per accedere al dark web è necessario un insieme di tecnologie e risorse che rendono anonima la connessione. Lo scopo dei contenuti che si trovano sul dark web è spesso sconosciuto o illegale. È il mercato nero dove si vendono armi, droghe e dati personali. I mercati più importanti per il dark web sono Dream, Point e Wall Street Market. Come nei negozi online convenzionali, la reputazione di questi siti è determinata dai commenti e dalle opinioni degli utenti.
 

4. Non è possibile accedere accidentalmente al web oscuro

Non preoccupatevi, non potete accedere casualmente al dark web. Si può accedere solo volontariamente e attraverso reti anonime come TOR. Queste reti progettate per garantire l'anonimato, sono chiamate "darknets". Per poter navigare attraverso di esse, è necessario conoscere gli indirizzi dei servizi nascosti a cui si desidera accedere, talvolta aiutati da TOR stesso.
 

5. TOR non è stato concepito per proteggere i criminali

TOR è un kit di accesso creato nel 2003 dal Laboratorio di Ricerca Navale degli Stati Uniti (Naval Research Laboratory). Nel 2005 è entrato a far parte di una fondazione no-profit dedicata alla ricerca e all'istruzione. TOR è nata con lo scopo di garantire l'anonimato e la privacy alle persone perseguitate dai regimi dittatoriali. Tuttavia, non si può ignorare che alcune persone approfittino di questo strumento per svolgere attività illegali come, ad esempio, effettuare transazioni sul mercato nero. In altre parole, TOR è un kit che viene utilizzato per navigare in modo anonimo e se è un bene o un male dipenderà dall'uso che ne viene fatto.


Una volta chiariti questi punti, è importante essere responsabili e attenti quando si naviga in qualsiasi sito e tenere presente che il comportamento nel mondo virtuale deve essere altrettanto civico e rispettoso di quello che viene adottato ogni giorno nel mondo reale.

Vi interessa la tematica del deep web? Leggete anche I Migliori Siti Del Deep Web / Onion Deep Web.


 

Technology vector created by vectorpouch - www.freepik.com
 
by admin admin Date: 03-08-2019 darkweb deepweb visite : 148  
 
 
 
 

Articoli correlati

    Kali Nethunter, lo store per gli hacker etici

    A volte i pentesters o gli stessi programmatori di un azienda, hanno bisogno di analizzare gli URL o effettuare dei test di penetrazione. Lo scopo dell’attività è quindi quello di scovare…

    I migliori siti del Deep Web / Onion Deep Web

    Del Deep Web giá ne avevamo parlato più di un anno fa spiegando che per aprire i siti del Deep Web (anzi del Dark Web) serve l'anonimato dell'utente totale e irrintracciabile e l'accesso…